Porto di Gioia Tauro

Il porto costituisce oggi il più grande terminal per il transhipment italiano e del Mediterraneo; esso dispone di 5.192 metri lineari di banchine, con fondali sino a 18 metri; circa 440 ettari di aree (esclusi gli specchi acquei); piazzali con superficie complessiva di 1.800.000 mq. E’servito da un sistema stradale composto dalla statale 18 e dall’Autostrada A3 e collegato alla rete ferroviaria tramite la stazione di Rosarno.
Il traffico container, svolto dal terminal M.C.T. S.p.A., con circa 3 milioni di TEU. movimentati l’anno, costituisce la sua prima caratterizzazione funzionale, ma è attiva altresì la movimentazione di automobili presso il terminal B.L.G. s.r.l. con un notevole incremento di anno in anno.
Sono in fase di realizzazione o sono in corso di attivazione a breve vari interventi infrastrutturali e strutturali orientati a: potenziare la funzione di porto hub del traffico container, completare le infrastrutture destinate ai servizi di logistica, attivare una funzione industriale sulle aree retroportuali a ciò destinate.
L’Autorità Portuale di Gioia Tauro ha recentemente allargato la propria competenza anche ai porti di Crotone e Corigliano Calabro.