Porto di Livorno

Il porto di Livorno è il principale scalo marittimo dell’Italia centro settentrionale. E’ un porto polifunzionale, che può ricevere negli oltre venti terminal a disposizione tutti i tipi di navi e di merci (dai contenitori alle auto, dai prodotti petroliferi e chimici alle merci varie ed ai RO-RO fino ai passeggeri) ed offre un elevato grado di specializzazione e modernità delle attrezzature disponibili. Oltre 7.500 navi da e verso altri porti mediterranei (nazionali e non) ed aree costiere oceaniche scalano annualmente il porto. Complessivamente oltre 60 servizi di linea regolari sia su rotte inframediterranee che su rotte provenienti da porti extra Mediterraneo fanno capo a Livorno.
Il retrostante Interporto Toscano ed i collegamenti con le reti stradali e ferroviarie rendono il porto di Livorno una struttura a servizio di un bacino di utenza che va ben oltre il territorio regionale, che ha raggiunto nel 2007 un quantitativo di merci imbarcate e sbarcate pari a 28 milioni e 630.000 tonnellate.
Complessivamente il porto dispone di 90 ormeggi, 12.000 metri lineari di banchine con fondali che raggiungono i 13 metri, 2.500.000 mq. di aree a terra di cui 56.500 mq. di magazzini in area demaniale.
Livorno rappresenta anche un importante polo passeggeri per i collegamenti con le isole dell’arcipelago toscano, con la Sardegna e con la Corsica nonché porto di traffici crocieristici, potendo offrire una stazione marittima che accoglie oltre 3.000.000 di passeggeri all’anno.
Sono presenti in porto tutti i principali servizi per le merci e per le navi, ivi compresi bacini di carenaggio.