L'Associazione

All'Associazione Porti Italiani (Assoporti) aderiscono le Autorità Portuali - Enti pubblici - istituite ai sensi della legge 84/94; le Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura insistenti sui territori ove esistono porti e le loro Aziende Speciali Portuali; l'Unione Italiana delle Camere di Commercio I.A.A. (Unioncamere). Complessivamente sono rappresentati nell'Associazione circa 40 porti nazionali, tra i quali figurano i maggiori scali marittimi amministrati dalle Autorità Portuali.

Assoporti offre al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, agli altri Ministeri interessati ed all'Unione Europea ogni utile consultazione e contributo sulle tematiche portuali, mettendo altresì in evidenza, nelle diverse sedi ed occasioni nazionali ed internazionali il ruolo e l'importanza per l'economia italiana e comunitaria dei nostri porti.

Assoporti si propone di contribuire all'affermazione di una organica e razionale politica portuale nel quadro dell'economia nazionale ed internazionale; di rappresentare ed appoggiare unitariamente i porti associati presso il Parlamento, le pubbliche Autorità in genere, nonché presso gli Organi responsabili dell'Unione Europea; di promuovere nelle adeguate sedi la soluzione delle questioni di ordine generale interessanti gli associati; di rappresentare le Amministrazioni portuali associate nei rapporti con le OO.SS. dei dipendenti delle Amministrazioni stesse e dei lavoratori portuali, nonché nei rapporti con organizzazioni nazionali di categoria o altre organizzazioni internazionali interessate al settore marittimo portuale.

Assoporti è membro fondatore di E.S.P.O. - Organizzazione dei Porti Marittimi Europei.

Gli Associati:

Autorità Portuali

Camere di commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato

Aziende Speciali Porto (delle C.C.I.A.A.) e Consorzi Volontari

Unioncamere