Assoporti L'Associazione

La Commissione Europea ha adottato ieri la strategia dell'UE in materia di sostanze chimiche per la sostenibilità

Rappresenta il primo passo verso l'obiettivo, annunciato nel Green Deal Europeo, di azzerare l'inquinamento e creare un ambiente privo di sostanze tossiche

15/10/2020
La Commissione Europea ha adottato ieri la strategia dell'UE in materia di sostanze chimiche per la sostenibilità

La strategia intende aumentare in misura significativa la protezione della salute umana e dell'ambiente dalle sostanze chimiche nocive, con un'attenzione particolare ai gruppi di popolazione più vulnerabili. Tra le iniziative faro figurano in particolare:

  • eliminare progressivamente dai prodotti di consumo - quali giocattoli, articoli per l'infanzia, cosmetici, materiali a contatto con gli alimenti e prodotti tessili - le sostanze più pericolose, che comprendono anche gli interferenti endocrini che hanno effetti negativi sui sistemi immunitario e respiratorio, e sostanze persistenti quali le sostanze per- e polifluoro alchiliche (PFAS), a meno che non si dimostri che il loro uso è essenziale per la società;
  • ridurre al minimo e sostituire nella misura del possibile le sostanze problematiche in tutti i prodotti. Priorità sarà data alle categorie di prodotti che hanno effetti negativi sui gruppi vulnerabili e quelle con il maggiore potenziale per l'economia circolare;
  • contrastare l'effetto combinato delle sostanze chimiche (effetto cocktail) tenendo maggiormente conto dei rischi per la salute umana e l'ambiente derivanti dall'esposizione quotidiana a un'ampia gamma di sostanze chimiche da fonti diverse;
  • garantire che i produttori e i consumatori abbiano accesso alle informazioni sui contenuti e l'uso sicuro delle sostanze chimiche, adottando obblighi di comunicazione nel contesto dell'iniziativa in materia di prodotti sostenibili.

Per avere più informazioni, vedi quanto segue: 

https://ec.europa.eu/environment/strategy/chemicals-strategy_en

https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/qanda_20_1840

https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/en/fs_20_1846